Il vino: uno dei simboli della terra salentina

Il vino è uno dei simboli della terra salentina, in cui riconoscere tradizioni, cultura, radici scavate in una terra  assolata e argillosa. I vitigni autoctoni, dal Negroamaro nerissimo e amarognolo, al Primitivo speziato e strutturato, fino  alla Malvasia e all’Aleatico, dolci e vellutati, ci riportano alle nostre origini greche e ancor prima illiriche.

Di lunga tradizione la vocazione vinicola di queste estreme terre, in epoca Romana il vino salentino era considerato di qualità eccellente;nel corso della storia, i vini salentini sono stati base fondamentale per dare struttura e gradazione alcolica a svariati vini in tutta Italia; oggi i vini salentini riscuotono un enorme successo a livello internazionale, grazie agli investimenti volti alla qualità e al marketing territoriale.

In questa direzione è andata l’ istituzione delle strade del vino, esperienza volta  a coniugare simboli culturali e ambientali legandoli alla tradizione delle vigne, delle cantine, dei sapori che ne scaturiscono e che creano un’atmosfera inconfondibile;il vino svela  la fisionomia del territorio salentino, aiuta a conoscerlo e a viverlo assaporandolo e portandone via il ricordo.

L’obiettivo perseguito dai protagonisti del settore è difendere l’originalità dei vini e la specificità del territorio, coniugando forze private e pubbliche, realizzando canali di formazione, consorzi e canali di marketing;grazie alla sensibilità dei produttori il vino è diventato e può ancora diventare protagonista di  sviluppo territoriale, tutela e turismo.

Seguendo le strade dei vini D.O.C. e D.O.C.G. in Salento attraversiamo ALEZIO, COPERTINO, GALATINA, LEVERANO, MATINO, NARDÒ, SALICE SALENTINO, SQUINZANO: in queste località le aziende vinicole permettono una conoscenza ravvicinata e l’assaggio dei vini rappresentativi del territorio. Il Territorio di Alezio, Sannicola, Tuglie, Gallipoli, sono visitabili seguendo le tracce dell’ “Alezio”, mentre i  territori tra Galatina e Copertino ci parlano del ”D.O.C Copertino”e del  “D.O.C. Galatina”; si continua con il “D.O.C. Matino”, tra Alezio , Matino, Casarano, mentre a Leverano troviamo l’omonimo vino D.O.C. più diffuso e apprezzato in tutta Italia.

A Nardò troviamo i vini I.G.T Salento e il “Nardò”, nel territorio di Salice Salentino gusteremo l’ottimo vino omonimo ed infine tra Squinzano, Campi Salentina, Novoli, il protagonista è lo “Squinzano D.O.C.”

Segnaliamo, quale momento di promozione territoriale attraverso il vino, la Rassegna”Novello in festa”, che si tiene da parte della città di Leverano in Novembre, per festeggiare il vino omonimo e l’ intera identità salentina.